Archivio: 25 Ottobre 2017

La pelle MATURA

post
La pelle MATURA

PELLE MATURA Benché l’effettivo processo di invecchiamento cutaneo inizi intorno ai quarant’anni, i suoi primi segni iniziano a manifestarsi già verso la metà dei venti. Con l’avanzare dell’età, la pelle comincia progressivamente a perdere la sua efficacia di “ scudo protettivo”, diventando via via più sottile e vulnerabile. La produzione di sebo diminuisce, rendendo la cute secca e diminuendo la sua capacità di trattenere efficacemente l’idratazione. Inoltre, la rigenerazione cellulare è più lenta: la pelle matura impiega dai 28 ai



Leggi

La pelle IMPURA

post
La pelle IMPURA

PELLE IMPURA PELLE MISTA E’ una via di mezzo tra la pelle da NORMALE a SECCA e quella GRASSA. Combina, infatti, i primi due tipi di pelle con i caratteri distintivi di quella grassa: si ha quindi Zona T (fronte, naso e mento) particolarmente grassa, lucida e tendente alla formazione di IMPURITA’, ma allo stesso tempo il CONTORNO OCCHI e l’area delle GUANCE presentano caratteristiche della pelle normale o secca. COME SI PRESENTA – la Zona T (fronte, naso e



Leggi

La pelle SECCA e SENSIBILE

post
La pelle SECCA e SENSIBILE

Per scegliere il trattamento adatto ad ogni persona è indispensabile individuare il suo tipo di pelle: in presenza di esigenze particolari, prodotti e protocolli di lavoro vanno sempre corretti e adattati al caso specifico. Ad eccezione di quella NORMALE, tutti i tipi di pelle hanno bisogno di attenzioni SPECIALI e TRATTAMENTI MIRATI: ecco perché è molto importante capire fin da subito e in modo molto preciso a quale tipologia appartiene la nostra pelle. PELLE NORMALE – non ha bisogno di



Leggi

CONOSCIAMO LA PELLE…

post
CONOSCIAMO LA PELLE…

Conosciamo meglio la nostra pelle L’invecchiamento cutaneo si mette in moto ben prima della comparsa di segni visibili. Fino a 20 anni la pelle è al massimo della forma e rimane tendenzialmente in questo stato di grazie fino ai 25/30 anni. Superata questa soglia il ricambio cellulare rallenta e fanno capolino i primi tipici cedimenti: perdita di tono, comparsa di pieghe… Se si interviene solo a questo punto (quando l’inestetismo è già presente) difficilmente si riesce a migliorare la situazione.



Leggi
Facebook
Instagram